scritta su maglietta

Come potrebbe apparire una scritta su una vecchia t-shirt? Bè, sicuramente rovinata e sbiadita a causa del tempo e dei continui lavaggi. Nel tutorial di oggi voglio mostrarti come ricreare l’effetto scritta su maglietta facendo in modo che appaia la più realistica possibile.

In pochi passaggi otterremo uno straordinario risultato grazie anche e soprattutto ad un filtro prodigioso. Sei curioso di scoprire quale? Continua a leggere l’articolo!

Per prima cosa apriamo Photoshop e importiamo l’immagine della nostra maglietta stropicciata.

Dopodiché facciamo lo stesso con il logo della Nike applicandolo sulla maglia e ridimensionandolo tramite il comando Modifica – Trasformazione libera. Ricordiamoci di mantenere premuto Shift durante il ridimensionamento per ottenere una riduzione del logo conservandone le proporzioni originali.

scritta su maglietta

Le mappe di spostamento

Vista così la nostra scritta appare palesemente piatta e finta. Dobbiamo quindi fare in modo che la sua applicazione sulla maglietta risulti più credibile, e per fare ciò occorreranno alcuni passaggi, semplici ma fondamentali.

Il primo di questi è dato dal filtro Muovi, un plugin straordinariamente potente e complesso che ci consente di distorcere le immagini sfruttando le mappe di spostamento.

Le mappe di spostamento sono delle immagini in bianco e nero che effettuano la trasformazione in base all’incavo o al rilievo dati da una gradazione che va dal bianco al nero.

0 = massimo spostamento negativo.
255 = massimo spostamento positivo.

Ricordando che nell’RGB il valore 0 corrisponde al nero e il valore 255 al bianco, otterremo che l’effetto incavo (ombra) si basa sul valore 0 mentre l’effetto rilievo (luce) sul valore 255.

Creiamo la nostra mappa di spostamento per la scritta su maglietta

Prima di poter usufruire di questo filtro dobbiamo creare la nostra mappa di spostamento.

Clicchiamo quindi sulla prima icona in basso a sinistra nella palette Storia per generare un nuovo documento dallo stato corrente.

Eliminiamo il livello del logo della Nike e applichiamo a quello della maglietta una mappa sfumatura andando su Livello – Nuovo livello di regolazione – Mappa sfumatura. Infine, scegliamo il gradiente bianco e nero dal menu a tendina del selettore sfumatura dal livello appena creato.

mappa sfumatura

Ora l’immagine è in bianco e nero ed è pronta per essere esportata come mappa di spostamento.

Andiamo su Livello – Unico livello e salviamo l’immagine in formato PSD.

Il filtro Muovi

Adesso siamo liberi di utilizzare il filtro Muovi.

Torniamo quindi sulla composizione iniziale formata dal livello della maglietta più quello del logo, e una volta selezionato quest’ultimo, andiamo su Filtro – Distorsione – Muovi.

Masterizzare il filtro Muovi richiede molta pratica ed esperienza, per cui all’inizio non potremo fare altro che sperimentare i valori Scala orizzontale e Scala verticale. Nel mio caso ho scelto il valore 5 per entrambe le voci.

Le opzioni Allunga e adatta e Ripeti si riferiscono alla situazione in cui la mappatura è più piccola rispetto all’area da ricoprire, mentre l’opzione Ripeti pixel del bordo serve a far si che vengano prese in considerazione le differenze tonali dell’immagine riconoscendone quindi i bordi. Nel nostro caso lasceremo le opzioni di default Allunga e adatta e Ripeti pixel del bordo.

filtro muovi

Una volta cliccato su OK si aprirà una finestra attraverso cui potremo scegliere la nostra mappa di spostamento, ovvero l’immagine in bianco e nero preparata in precedenza.

salvataggio della mappa di spostamento

Ecco come apparirà la nostra scritta dopo l’applicazione del filtro Muovi.

scritta su maglietta

Come potete vedere il logo segue ora le pieghe della maglietta rendendo il fotomontaggio più credibile. Il grosso è terminato, ora non ci resta che applicare gli ultimi ritocchi per rendere il nostro effetto scritta su maglietta davvero realistico.

Invecchiamo la nostra scritta su maglietta

La t-shirt su cui stiamo operando è vecchia, di conseguenza anche il logo sovraimpresso sarà rovinato e scolorito. Vediamo quindi di ultimare l’effetto scritta su maglietta con dei semplici accorgimenti.

Per cominciare trovo che la scritta abbia i bordi un po’ troppo seghettati. Andiamo dunque su Filtro – Sfocatura – Controllo sfocatura e impostiamo il valore del raggio su 0,3

filtro controllo sfocatura

Ora, per dare l’impressione che si sia rovinata e sbiadita nel tempo, andiamo su Immagine – Regolazioni – Tonalità/Saturazione ed impostiamo i seguenti parametri.

regolazione tonalità/saturazione

Ci siamo avvicinati ad un effetto più realistico, ma manca ancora il tocco magico che trasformerà letteralmente l’impatto visivo di questa fotografia.

Modifichiamo quindi il metodo di fusione del livello del logo settandolo su Colore brucia.

scritta su maglietta

Non male vero? Tuttavia non abbiamo ancora del tutto finito. Voglio aggiungere un ulteriore effetto in modo da far apparire la zona della maglietta attorno alla scritta leggermente scambiata, del resto sono cose che capitano a furia di lavaggi in lavatrice giusto?

Duplichiamo il livello del logo e andiamo su Filtro – Sfocatura – Effetto movimento. Impostiamo tutto come da immagine.

filtro effetto movimento

A questo punto chiameremo il livello della scritta originale scritta, quello duplicato sfocatura.

Voglio che del livello sfocatura si vedano solo i bordi, in modo che non vada a sovrapporsi a quello scritta.

Per fare ciò manteniamo premuto CTRL e clicchiamo sul livello scritta (stando attenti a cliccare sul rettangolo dell’anteprima e non sul nome del livello) per selezionarlo.

scritta su maglietta

In seguito selezioniamo il livello sfocatura e andiamo su Livello – Maschera di livello – Nascondi selezione.

Infine, abbassiamo l’opacità del livello in questione impostandola su 30%.

scritta su maglietta
scritta su maglietta

Conclusioni

Il filtro Muovi ci ha fornito la base per poterci muovere all’interno di questa facile e rapida elaborazione che però si dimostra tutt’altro che banale. Esso ci offre delle enormi potenzialità per poter applicare degli effetti di distorsione di grande realismo, e quello della scritta su maglietta ne è un esempio, ma non è il solo! È possibile utilizzare la stessa tecnica per numerosi effetti di altro tipo, come questo tatuaggio fake.

uomo di spalle con tatuaggio sulla schiena

Insomma, non resta che sperimentare il filtro Muovi provando sempre nuove combinazioni dei parametri Scala orizzontale e Scala verticale e modificando il metodo di fusione dell’elemento sovraimpresso per tentare di ottenere un risultato il più realistico possibile.

Sperando che il tutorial di oggi ti abbia divertito e ti sia risultato utile, ti invito a condividere l’articolo e a lasciare un like. Alla prossima!

Credits

Background nell’immagine in evidenza e materiale usato by rescueandrevive.blogspot.it

Male model back by manshealth.com

Dragon tattoo by stickpng.com

Share: