foglio stropicciato

Immaginiamo di rovistare per casa alla ricerca della nostra preziosa agenda, e di ritrovare per caso un foglietto vecchio di anni sui cui avevamo scritto un nostro appunto.. che aspetto potrebbe avere adesso? Bè, per scoprirlo possiamo tentare di ricrearlo tramite il nostro fidato programma di grafica. La guida di oggi ti mostrerà quindi come realizzare l’effetto vecchio foglio stropicciato, un risultato notevole in appena qualche passaggio. Pronto? Cominciamo!

Apriamo un nuovo documento di 500×700 px e riempiamolo di bianco, dopodiché tramite Opzioni di fusione (click con il tasto destro sul nostro livello) selezioniamo Sovrapposizione pattern e scegliamo quello con la dicitura Carta millimetrata.

Non preoccuparti nel caso non dovessi trovarlo, ti basterà cliccare sull’icona del pattern, cliccare sul simbolo dell’ingranaggio in alto a destra e mettere la spunta su Carta colorata.

come caicare un pattern

Bene, ora abbiamo la base sui cui iniziare a lavorare. Che ne dici di aggiungere prima qualche testo? Io ho utilizzato il font Shimes One.

scritta su carta

Ho ruotato il testo per rendere l’appunto ancora più realistico. Per farlo vai su Modifica – Trasforma – Ruota.

L’effetto stropicciatura

Adesso inizia la parte in cui andremo a ricreare l’effetto vero e proprio, a cominciare dalla stropicciatura del nostro foglietto.

Assicuriamoci che i colori di sfondo e di primo piano siano il bianco e il nero (per reimpostarli basterà premere D sulla tastiera), quindi selezioniamo lo strumento Sfumatura ed impostiamo due opzioni fondamentali nella barra delle opzioni. La prima è la Sfumatura riflessa, la seconda riguarda il metodo di fusione che dovrà essere settato su Differenza.

Fatto questo creiamo un nuovo livello ed iniziamo a giocare con lo strumento Sfumatura tracciando linee a caso più e più volte, fino ad ottenere un risultato soddisfacente come da immagine.

effetto stropicciatura

A questo punto andiamo su Filtri – Stilizzazione – Effetto rilievo ed immettiamo questi valori.

filtro effetto rilievo

Settiamo ora il metodo di fusione del livello su Luce intensa e voilà, ecco pronto un sorprendente effetto carta stropicciata!

metodo di fusione luce intensa

“Invecchiamo” il nostro foglio stropicciato

Naturalmente non abbiamo ancora finito, quindi non avere fretta.. è il momento di applicare qualche strappo qua e là per rendere il nostro foglio stropicciato ancora più vecchio e malandato.

Per farlo iniziamo con l’unire il livello iniziale con quello della stropicciatura, dopodiché, dopo avervi applicato una maschera di livello, ci basterà selezionare lo strumento Pennello scegliendo un tondo duro, e spennellare sui bordi del foglio per dare l’impressione che la carta sia usurata in più punti.

foglio stropicciato e strappato

Il testo rimane l’ultima cosa da modificare. Il nostro foglietto è infatti bello che stropicciato, di conseguenza le scritte sulla carta dovranno seguire più o meno le pieghe di quest’ultima.

Facciamo doppio click sul livello di testo, poi clicchiamo sull’opzione Crea testo alterato nella barra delle opzioni. Nella finestra che comparirà saremo liberi di scegliere l’effetto che più ci aggrada, nel mio caso ho optato per Comprimi.

testo distorto

Sperimenta pure, e non dimenticare che in seguito, nel caso non fossimo pienamente soddisfatti del risultato, potremo sempre alterare ulteriormente il testo andando su Modifica – Trasforma – Altera, dopo avere però convertito il livello in un oggetto avanzato.

testo distorto

Visto che il nostro foglietto è stato accartocciato e ha diversi anni, la scritta a penna sulla carta non sarà più nitida come una volta. Applichiamo quindi qualche filtro al nostro testo, che nel mio caso è divenuto un oggetto avanzato, per dare l’idea che l’inchiostro si sia sbiadito.

Iniziamo andando su Filtro – Sfocatura – Controllo sfocatura e applichiamo Controllo sfocatura.

filtro controllo sfocatura

Ora duplichiamo il livello ed applichiamovi Effetto movimento, sempre dallo stesso menu del filtro Sfocatura.

filtro effetto movimento

L’effetto “sporco”

Bene, ora che il grosso è stato fatto non ci resta che aggiungere qualche dettaglio in più per completare il tutto. Cominciamo con “lo sporcare” un po’ il nostro foglio stropicciato.

Creiamo un nuovo livello, utilizziamo ancora una volta lo strumento Pennello, questa volta scegliendo un tondo morbido, e dopo aver selezionato una tonalità di grigio, nel mio caso #8a8a8a, spennelliamo dove ci pare e piace.

foglio stropicciato e sporco

In seguito ritorniamo nuovamente su Filtro – Sfocatura – Controllo sfocatura, applichiamo Controllo sfocatura e assegniamo al raggio un valore abbastanza alto (io ho scelto 100,0 px). A questo punto abbassiamo l’opacità del livello settandola su 50%.

Spostiamo adesso l’ultimo livello creato (nel mio caso quello nominato sporco) posizionandolo sopra al primo. Facciamo quindi click con il tasto destro sul livello sporco e scegliamo Crea maschera di ritaglio.

Infine spostiamo ancora i due livelli di testo posizionandoli tra il primo e l’ultimo livello.

foglio stropicciato e sporco

Questi ultimi passaggi ci garantiscono che “lo sporco” si veda esclusivamente all’interno del foglio, e non anche sulla tela di sfondo.

Siamo giunti alla fase conclusiva di questo tutorial, dove ci limiteremo a modificare la colorazione del foglietto e ad aggiungere gli ultimi dettagli.

Andiamo quindi su Livello – Nuovo livello di regolazione – Tonalità/Saturazione e impostiamo tutto come da immagine.

Abbiamo praticamente finito, ma che ne dici di aggiungere qualche macchia qua e là? Su internet si trovano pennelli di ogni tipo, e ti basterà fare qualche ricerca del tipo “stain brushes” per trovare ciò che fa per te. Prova a dare un’occhiata qui. Bene, il nostro foglio stropicciato è ultimato!

Share: