come ricreare un effetto pioggia con Photoshop

Adoro la pioggia, e di conseguenza gli effetti usati per ricrearla mi hanno sempre affascinato. In giro per il web troverai una moltitudine di guide al riguardo, tutorials che io stessa ho seguito in passato per scoprire quale tecnica si celasse dietro quelle immagini. Creare un effetto pioggia con Photoshop è davvero elementare e ti porterà via solo pochi minuti. Non ci credi? Allora perché non dai un’occhiata al mio articolo? Scoprirai come realizzare un effetto pioggia senza l’uso di acun pennello esterno, e il risultato ti sorprenderà!

Era da tanto che avevo in mente di scrivere una guida su come ricreare l’effetto pioggia con Photoshop.

A dire la verità devo ringraziare anche e soprattutto la mia copertina Facebook, un artwork di un videogioco che mi sta particolarmente a cuore che ritrae i due protagonisti sotto una pioggia scrosciante. Avrò ammirato quell’immagine decine di volte, osservandone ogni singolo dettaglio, compresa la pioggia.

Eh si, del resto sono una patita delle arti visive, e non di rado vado a caccia di artworks sia in CG che in 2D con risoluzioni stratosferiche. In questo modo posso assaporare appieno la cura dei particolari che l’artista ha avuto nei confronti della sua opera.

Bene, ora sai che oltre ad essere una fanatica dell’immagine sono anche un’appassionata di videogames. Non so però quanto possa interessarti l’ultimo punto… meglio tornare a noi non credi?

Eravamo partiti con l’intenzione di ricreare un effetto pioggia realistico con Photoshop, ma a questo punto devo fare una piccola premessa. La guida che stai per leggere infatti riguarda una composizione fotografica vera e propria, con annesso l’effetto pioggia.

Se non sei interessato a ogni singolo passaggio puoi stare tranquillo, ti basta sfruttare l’indice dei contenuti e arrivare dritto al sodo.

Un puzzle d’immagini

Lo ammetto, inizialmente avevo in testa tutto fuorché una composizione fotografica, ma poi mi sono lasciata prendere dall’ispirazione e… sai com’è, una cosa tira l’altra. La fotografia di partenza era così bella che non ho potuto fare a meno di lavorarci sopra, andando al di là del classico effetto pioggia e realizzando un vero e proprio fotomontaggio.

È per questo motivo che ho dovuto utilizzare diverse immagini, ma procediamo con ordine.

Tutto è iniziato con la ricerca di una foto che potesse ispirarmi, che potesse sposarsi alla perfezione con la pioggia e regalarmi delle emozioni forti.

Cercavo immagini di persone sole, malinconiche, e ho trovato lui, quest’anziano signore che magari è semplicemente assorto nei suoi pensieri, ma che abbinato a ciò che avevo in mente avrebbe di sicuro trasmesso quel senso di tristezza e solitudine da me ricercati.

Non ci ho pensato due volte: la foto che avrei utilizzato sarebbe stata quella.

Una volta importata su Photoshop, ho scontornato rapidamente il soggetto avvalendomi della selezione rapida.

Per rifinire la selezione ho sfruttato la maschera veloce (Q sulla tastiera), dopodiché ho applicato una maschera di livello per rendere la modifica non distruttiva.

scontorno del soggetto tramite selezione rapida

Volevo uno sfondo in grado di ricreare un’atmosfera più drammatica, e così ho scelto questo mare agitato.

Poi mi sono accorta che rispetto al soggetto era troppo sfocato, quindi ho convertito il livello in oggetto avanzato e vi ho applicato il filtro Contrasta migliore.

sostituzione dello sfondo con una foto di un mare agitato

Il cielo della foto tuttavia non mi convinceva, per cui ancora una volta mi sono messa in cerca dell’immagine giusta e alla fine ho optato per questa.

Inserirla nella composizione è stato semplice. Mi è bastato selezionare il cielo della fotografia con la bacchetta magica e applicare una maschera di livello in modo da nasconderlo.

rimozione del cielo dalla foto del mare

Dopodiché ho posizionato il livello del cielo nuvoloso sotto quello del mare e voilà, il puzzle è ultimato.

inserimento di un cielo nuvoloso

Bè, in realtà manca ancora un piccolo dettaglio… ho voluto infatti aggiungere un’imbarcazione in lontananza, sull’orizzonte.

Ricordi il trucchetto delle maschere multiple? Bè, devo dire che in questo caso mi è tornato molto utile per scontornare la nave. Ho poi settato il metodo di fusione del livello su Scurisci con opacità al 50%.

uso di più maschere di livello per scontornare la nave

Luce e colore

Fin qui si è trattato senza dubbio di un lavoro stimolante, ma a guardare la composizione così com’è sembra semplicemente un copia e incolla di vari pezzi d’immagine. C’è troppo contrasto sia a livello di luce che di colore, quindi vediamo subito di aggiustarli!

Per rendermi le cose più facili ho utilizzato la stessa tecnica che ti ho mostrato nell’articolo su come fare un fotomontaggio con Photoshop: un livello riempito con un colore neutro impostato su Colore.

come ricreare un effetto pioggia con Photoshop

La differenza di contrasto fra il soggetto e lo sfondo è lampante.

Di conseguenza ho creato un livello di regolazione Luminosità/Contrasto abbassando al massimo quest’ultimo, poi l’ho duplicato.

riduzione del contrasto della foto del soggetto

Adesso la luce appare decisamente più omogenea, ma dobbiamo ancora occuparci dei colori del fotomontaggio.

Per prima cosa ho applicato un filtro fotografico al livello del cielo per avvicinarlo al colore del mare.

filtro fotografico applicato al livello del cielo

Poi ho fatto la stessa cosa per il livello della nave, questa volta utilizzando un livello di regolazione Correzione colore selettiva.

correzione colore selettiva applicata al livello della nave

Infine mi sono occupata del soggetto.

Ho creato un livello di regolazione Curve settandolo su Colore, cliccato sul menu in alto a destra e scelto Opzioni automatiche. Dal pannello ho spuntato la voce Trova colori chiari e scuri, ma questa volta ho selezionato anche Uniforma a mezzitoni neutri.

opzioni automatiche delle curve

L’effetto pioggia

Ed eccoci finalmente arrivati all’effetto pioggia.

Ho iniziato creando un nuovo livello e riempiendolo con un grigio medio (Modifica – Riempi – Grigio 50%). Dopo, ho applicato il filtro Disturbo – Aggiungi disturbo con questi parametri.

come ricreare un effetto pioggia con Photoshop

In seguito ho aggiunto il filtro Sfocatura – Effetto movimento.

come ricreare un effetto pioggia con Photoshop

Forse non ci crederai, ma l’effetto pioggia è tutto qui. Basta giocare con i parametri di questi due filtri e sperimentare varie soluzioni.

Non preoccuparti se i lati dell’immagine risulteranno “rovinati”, è del tutto normale. Per ovviare al problema è sufficiente ingrandirla quel tanto che basta per farli sparire, andando su Modifica – Trasformazione libera. Ricorda di mantenere premuto Shift per far rimanere intatte le proporzioni dell’immagine!

Il metodo di fusione va impostato su Scolora, ma il tocco magico è dato dalle curve.

Crea quindi un nuovo livello di regolazione Curve, applica una maschera di ritaglio (mantieni premuto ALT, posiziona il cursore tra il livello delle curve e quello della pioggia e fai click) e gioca con i settaggi fino a ottenere un risultato simile a quello che vedi qui sotto.

Ricorda che cliccando e trascinando un punto della curva verso l’alto otterrai uno schiarimento dell’immagine e viceversa.

come ricreare un effetto pioggia con Photoshop

Io ho scelto di rendere l’effetto più evidente, quindi ho raggruppato il livello della pioggia con quello delle curve e ho duplicato il gruppo, impostando l’opacità sul 50%.

come ricreare un effetto pioggia con Photoshop

Gli schizzi d’acqua dell’effetto pioggia

Di base l’effetto pioggia è terminato, ma che ne dici di aggiungere qualche schizzo qua e là per rendere il tutto ancora più realistico?

Ricreare gli schizzi d’acqua è stato tanto semplice quanto divertente, e ancora una volta non sono dovuta ricorrere all’aiuto di pennelli esterni. Ciò che è farina del proprio sacco rende un lavoro ancora più soddisfacente no?

Tutto quello che ho fatto è stato creare un pennello personalizzato.

Scopri come creare un pennello con Photoshop!

Se vuoi farne uno uguale al mio non devi far altro che selezionare un tondo duro e dare un’occhiata agli screens qui sotto, e dopo aver creato il tuo custom brush potrai salvarlo cliccando su Nuovo pennello predefinito dal menu in alto a destra.

Fatto questo è iniziata la parte più creativa del lavoro, dove mi sono divertita a spennellare sui punti che ho ritenuto più opportuni. Al livello ho anche applicato lo stile Bagliore esterno.

L’effetto bagnato

A lavoro ultimato mi sono accorta che mancava ancora qualcosa… l’effetto bagnato!

Se ben ricordi ti avevo mostrato una tecnica semplicissima per generare questo tipo di risultato nell’articolo su come ricreare leffetto strada bagnata con Photoshop.

Nel mio caso non si tratta di una strada bensì di un anziano signore, ma devo dire che per quanto mi riguarda ha funzionato alla grande, facendo il suo dovere nonostante la circostanza differente.

Purtroppo, avendo lavorato con PS CS6, non ho potuto utilizzare il filtro Camera RAW.

Ho quindi aperto l’immagine del soggetto con Camera RAW andando su File – Apri come, e dopo averla modificata e importata nel programma l’ho posizionata sotto il livello originale.

effetto bagnato ottenuto con Camera RAW
Qui ho reso invisibile il livello originale per farti vedere l’effetto bagnato ottenuto con Camera RAW.

Poi, lavorando sulla maschera del livello old man, ho spennellato a flusso e opacità ridotti per rivelare l’effetto bagnato sottostante finché il risultato non mi ha soddisfatto.

effetto bagnato ottenuto con Camera RAW

L’effetto bagnato aveva però reso il muretto su cui è seduto l’anziano un po’ troppo luminoso, così mi sono avvalsa dello strumento Brucia per risolvere il problema.

Al fine di rendere la modifica non distruttiva, ho creato un livello riempiendolo nuovamente con un grigio medio e settandolo su Sovrapponi.

riduzione della luminosità del muretto tramite lo strumento brucia

Gli ultimi ritocchi

Siamo ormai giunti al termine di questa guida, dove effettuerò gli ultimi ritocchi aggiungendo giusto qualche dettaglio e dei filtri coloristici.

Innanzitutto ho duplicato il livello degli schizzi d’acqua applicandovi il filtro Sfocatura – Controllo sfocatura, e impostando un raggio intorno al 15,0.

come ricreare un effetto pioggia con Photoshop

In seguito ho utilizzato il livello di regolazione Color Lookup per dare un po’ di colore alla composizione.

Ne ho sfruttati tre: FoggyNight (opacità al 100%), filmstock_50 (opacità al 25%) e Turquoise-Sepia (opacità al 100%).

aggiunta dei livelli di regolazione color lookup per dare colore alla composizione

Infine ho voluto ravvivare i colori e rendere più contrastata la scena. Ho quindi aumentato la vividezza (+60) e il contrasto (+20) con dei nuovi livelli di regolazione.

aumento di contrasto e vividezza tramite i livelli di regolazione luminosità/contrasto e vividezza

Finito! Il tutorial è ultimato, così come il mio fotomontaggio.

Piaciuto quest’articolo? Spero di si, e spero anche di averti ispirato per qualche tuo prossimo lavoro.

Mi raccomando però, nel caso in cui utilizzassi le tecniche che ti ho descritto mi farebbe molto piacere se condividessi la tua opera con me. Ciao e alla prossima!

Credits

Immagine della nave usata nel fotomontaggio by Binskip Inskip – Wikimedia Commons

Share: